Klein-Pöchlarn
Willkommen

parrocchia

sw_pfarrkiche_panorama_g.jpg

Parrocchia Klein Pöchlarn
Per la prima volta la nostra chiesa fu documentata nel 1391. In un registro delle imposte del dominio di Ratisbona riguardante Hofmark Pöchlarn, della quale faceva parte anche Klein-Pöchlarn, fu citato un vigneto "dietro la chiesa".

La consacrazione in onore di San Otmar è stata presumibilmente eseguita dal vescovo Nikolaus attorno al 1400. Il vescovo Nikolaus dal 1393-1409 apparve come vescovo suffraganeo di Passau. Morì attorno al 1410 a Krems e fu sepolto nella chiesa domenicana sul luogo. San Otmar nacque attorno al 689 nella zona del Lago di Costanza e dal 719 fu abate nel convento di St. Gallen. Morì il 16. 11. 759. Sepolto nella Otmarkirche a St. Gallen, e beatificato nel 864.
La nostra parrocchia inoltre è l’unica chiesa nel circondario della diocesi di St. Pölten, consacrata a questo santo.

I pezzi più antichi del periodo originale sono rappresentati senza ombra di dubbio dal presbiterio con 3 delle 5 finestre alte a due ante.
La chiesa ottenne la sua forma odierna attorno al 1500 da parte di Hans Geyer, supremo costruttore imperiale ed allora curatore della sovranità di Pöchlarn, che allargò il deposito della chiesa verso nord di 2,60 metri, e lo trasformò con 2 stretti pilastri ottagonali su di un zoccolo circolare, in un atrio a 3 parti. L’incisione dell’anno "1517” all’inizio della salita verso il coro musicale, mostra probabilmente la conclusione di detti lavori.
Probabilmente risale a questo periodo anche il rilievo raffigurante il monte degli ulivi posto sul lato sud della chiesa.
Sotto la guida del allora vicario Melchior Opilio, la chiesa ottenne il suo carattere barocco.
1706: le sedie della chiesa (i loro fianchi durante il restauro interno nel 1969 sono stati applicati sulle sedie nuove)

1716: l’altare maggiore con una pala d’altare dell’artista di Melk, Ursus Viktor Stöbler, affiancata dalle figure di San Leopold (1075- 1136, Babenberg, con Leopold III margravio dell’Austria, patrono regionale di NÖ) ed il patrono della chiesa, Otmar. Questo altare dal 1894 - 1969 ha dovuto provvisoriamente fare posto ad un altare maggiore neogotico.
Attorno al 1720: altare con San Wolfgang e Sebastian. San Wolfgang, nato nel 924 e consacrato nel 972 a vescovo di Ratisbona, durante i suoi frequenti viaggi di visita si soffermò spesso anche a Hofmark Pöchlarn. Durante uno di questi viaggi, morì il 31.10. 994 a Pupping nelle vicinanze di Eferding (OÖ).
San Sebastian, che nel 3. Secolo visse in Italia, dove morì il 21. 1. 288 da martire, venne venerato anche come Santo protettore dalla peste. La peste, che infuriò più volte nel nostro villaggio, fa presumere un riferimento verso questo Santo.
1721: altare della madonna con a fianco Santa Anna e Joachim, i genitori della madre di Gesù.
Il pulpito esagonale risale all’anno 1758.
La fonte battesimale fu altresì costruita durante la seconda metà del 18. Secolo.
Una parte della pavimentazione interna con lastricato di Kehlheim, fu posata nel 1807.
La piastra in marmo rosso al centro della chiesa, copre la tomba di un vescovo. Vescovi e particolari benefattori della chiesa, in passato furono sepolti all’interno della chiesa.
I quattro grandi dipinti con gli apostoli Matteo, Simone, Giacomo il più vecchio e Giacomo il più giovane, furono fatti verso la metà del 18. Secolo e arrivarono qui da noi nel 1830 come regalo da parte di Maria Taferl. La chiesa di Klein-Pöchlarn per molto tempo fu considerata la chiesa madre della famosa basilica.
Le 14 stazioni della Via Crucis sono state dipinte nel1841 da Anton Mayr, allievo del famoso "Kremser Schmidt".
La data d’origine dell’organo risale al 1840 (1965 elettrificato), in pratica data del primo orologio del campanile 1845 che è stato sostituito nel 1980 con l’attuale orologio elettrico.
Nel corso della già indicata ristrutturazione interna nel 1969, fu esposto anche un altare popolare (consacrazione il 8. 10. 1969).
Negli anni 2000 - 2004 sono stati sottoposti ad un risanamento generale l’esterno della chiesa ed il cortile della parrocchia, il piazzale attorno alla chiesa è stato previsto con nuova pavimentazione, nuova disposizione, e circondata da un recinto in ferro battuto.

Il rintocco della chiesa di St. Otmar viene riprodotto da 4 campane:
campana di tonalità E, peso 106 kg, con l’incisione " Hl. Otmar, prega per noi", campana di tonalità Cis, peso 213 kg, con l’incisione "Hl. Josef, prega per noi", campana di tonalità A, peso 423 kg con l’incisione "Maria, regina della pace, prega per noi" e la campana di 54 kg di peso dell’anno 1757. Le prime tre campane sono state consacrate il 4.6.1950, l’ultima serve come campana a morto.

Klein-Pöchlarn dal 1429 fu occupata da un vicario costante (la chiesa madre fu Pöchlarn sull’altra sponda del Danubio).
1792 il villaggio divenne parrocchia della signoria territoriale. Oggi fa parte della diocesi St. Pölten ed è una di 18 parrocchie del decanato di Maria Taferl.

Il parroco Mag. Josef GORNICKI fu attivo come gerente dal 1996 e dal 2004 è parroco di Klein-Pöchlarn.

Composizione di Horst Erhart in Giugno 2009




Contatto
Parrocchia cattolico romana Klein-Pöchlarn
Pieve
Kirchenstraße 10
3660 Klein-Pöchlarn
Tel. 07413 / 8298


Sante Messe:
Domenica: ore 9.30
Mercoledì: ore 19.00
Venerdì: ore 7.15




carattere: A  A  A      

Marktgemeinde KLEIN-PÖCHLARN     Artstettner Straße 7 | 3660 Klein-Pöchlarn | Tel. 07413 8300